UcomBonifiche


Menu sito:
Salta il menu


Home

Con l'OPCM n. 3852 del 19.2.2010 (pubblicata in GURI n.50 del 02 marzo 2010) è stato prorogato fino alla data del 31/12/2010 lo stato di emergenza in materia di bonifiche e di risanamento ambientale dei suoli, delle falde e dei sedimenti inquinati, nonché in materia di tutela delle acque superficiali e sotterranee e dei cicli di depurazione nell'intero territorio della Regione Siciliana, già proclamato con l'ordinanza del Ministro dell'interno delegato al coordinamento della protezione civile n. 2983 del 31 maggio 1999, e successive modifiche ed integrazioni;
L'ordinanza 3852/2010 prevede la nomina di un Commissario Delegato, nella figura del Presidente della Regione Sicilia, e di un Soggetto Attuatore, ai quali affidare il potere sostitutivo di intervento, in caso di inerzia dei soggetti istituzionalmente preposti in materia di bonifica dei siti inquinati, anche con riferimento alle discariche autorizzate e non più attive, alle aree a qualsiasi titolo divenute discariche abusive, nonché ai siti contaminati da amianto. Il soggetto attuatore opera anche sulla base di specifiche indicazioni impartite dal Commissario Delegato.
Per l'espletamento delle iniziative previste, il Dott. Marco Lupo è stato nominato Soggetto Attuatore.

AVVISI

Competenze e Struttura dell'Ufficio Commissariale

Competenze

Bonifica dei siti inquinati
Con particolare riferimento alle discariche autorizzate e non più attive, alle aree a qualsiasi titolo divenute discariche abusive, nonché ai siti contaminati da amianto, provvede, in deroga al regime delle competenze disciplinate dall'articolo 242, 250 e 251 del decreto legislativo n.152/2006:
a) a predisporre i piani di caratterizzazione delle aree pubbliche compresi i litorali ed i sedimenti marini, la realizzazione degli interventi di caratterizzazione, di messa in sicurezza d'emergenza, di bonifica e di ripristino ambientale di competenza pubblica;
b) ad approvare le misure di messa in sicurezza d'emergenza, dei piani di caratterizzazione, dei progetti preliminari e di quelli definitivi di bonifica e ripristino ambientale;
c) ad intervenire in via sostitutiva, in caso di inadempienza dei soggetti obbligati, ai sensi dell'articolo 250 del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e successive modificazioni ed integrazioni;

AVVISI

d) ad aggiornare il piano regionale di bonifica e ad individuare i siti prioritari, sentita l'Amministrazione regionale.
e) All'intimazione e diffida ad adempiere nei confronti dei soggetti responsabili per lo svolgimento degli interventi di caratterizzazione, messa in sicurezza e bonifica di loro competenza ed all'eventuale esercizio del potere sostitutivo, in caso di inadempienza e di rivalsa, in danno dei medesimi, per le spese a tal fine sostenute.
Inoltre, il Soggetto attuatore, per i siti inquinati di interesse nazionale, di cui all'articolo 252 del decreto legislativo n.152/2006 e successive modificazioni ed integrazioni, provvede ai sensi del comma 1.

AVVISI

Tutela delle acque
Il Soggetto attuatore realizza le attività di monitoraggio previste dalla vigente normativa per gli interventi di propria competenza ed individua, sull'intero territorio regionale, ogni possibilità di riutilizzo delle acque reflue depurate nonché di risorse idriche non potabili, e predispone ed attua, anche avvalendosi degli enti e soggetti, pubblici e privati, che gestiscono invasi, un programma straordinario degli interventi per la loro utilizzazione, nel rispetto delle Convenzioni e degli accordi esistenti.
Il Soggetto attuatore, in caso di inerzia dei soggetti istituzionalmente preposti, individua, progetta e realizza, anche assumendo il ruolo di stazione appaltante, nell'intero territorio regionale, gli interventi di tutela della qualità delle acque, di risanamento ambientale ed igienico-sanitari previsti dagli articoli 100, 105 e 106 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modificazioni ed integrazioni, in forma integrata con gli interventi per il riutilizzo agricolo delle acque reflue depurate, assicurando la conformità dei medesimi con i criteri di sicurezza ambientale e sanitaria definiti dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.

AVVISI

Struttura
Quanto alla organizzazione della struttura, l'ordinanza vigente prevede (art. 6) che "alla data di entrata in vigore della presente ordinanza sono revocati di tutti i distacchi ed i comandi precedentemente disposti dal Commissario delegato"; la nuova struttura è articolata in due strutture composte rispettivamente da venti unità di personale individuati tra il personale della Pubblica Amministrazione e degli enti di cui ai commi 1 e 2 dell'art. 6, posti anche in posizione di comando e distacco
La sede della struttura, in continuità con la precedente, è rimasta in via Catania n.2 in Palermo.

AVVISI

ALBO AGGIORNATO AL 18 DICEMBRE 2013 DEI PROFESSIONISTI E SOCIETA' DI INGEGNERIA ISCRITTI ALL'ALBO DI FIDUCIA DI QUESTA STRUTTURA COMMISSARIALE

VISUALIZZA L'ALBO

AVVISI

ALBO DEI LABORATORI aggiornato al 31 Luglio 2012
DI QUESTA STRUTTURA COMMISSARIALE

VISUALIZZA L'ALBO

AVVISI

02 Gennaio 2014
AVVISO DI CESSIONE DI MATERIALI FUORI USO E DI BENI NON PIU' UTILIZZABILI

Nota prot. n. 2 del 02 Gennaio 2014




W3C Validate

mail UFFICIO GARE: ufficiogare@ucombonifiche.it

mail UFFICIO GARE (PEC) mail: ufficiogare@pec.ucombonifiche.it

mail (PEC) generale: postmaster@pec.ucombonifiche.it

FAX: 091.51.22.84

WebMaster - Dott. Gennaro Grimaudo




Viale Campania n.36/A, 90144 Palermo - Tel. 091-7660 307 / 308 - Fax 091-512284 - C.F. 97166130829 | info@ucombonifiche.it

Torna ai contenuti | Torna al menu